Per ulteriori informazioni sul 

formato della SDS, visitare:

Schede dati di Sicurezza

STAMPA

Lo Hazard Communication Standard (Norme per la comunicazione dei pericoli) richiede che tutti i produttori, distributori o importatori di sostanze chimiche forniscano schede dati di sicurezza (SDS) per ciascuna sostanza chimica pericolosa.  Le SDS (precedentemente Schede dati di sicurezza materiali o SDSM) sono realizzate per comunicare informazioni sul prodotto oggetto della scheda.  Le SDS sono molto simili alle schede SDSM, ma devono essere compilate in un formato standard costituito da 16 sezioni.  In questo modo, la lettura delle schede risulterà più facile per l'utente. 

Le SDS, che i datori di lavoro devono mettere a disposizione di tutti i dipendenti, forniscono informazioni su una varietà di aree diverse, che comprendono pericoli, misure di protezione e  precauzioni per la sicurezza.   Le sezioni da 1 a 8 contengono informazioni generali relative al prodotto, tra cui: aspetto, pericoli, composizione e così via. Le sezioni da 9 a 11 sono più tecniche.  Contengono informazioni su proprietà fisiche e chimiche, stabilità, informazioni tossicologiche, controllo dell'esposizione e così via.  Le sezioni da 12 a 16 sono progettate per far parte del GHS (Globally Harmonized System of Classification and Labeling of Chemicals - Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche), tuttavia OSHA non impone tali sezioni.

Di seguito vengono illustrati i contenuti di ciascuna sezione, con un esempio di come si presentano in una SDS completa.

 

Sezione 1: Identificazione

sds1

La prima sezione della SDS identifica la sostanza chimica/il prodotto e quali sono gli usi raccomandati, inoltre fornisce informazioni per contattare il fornitore.  Informazioni obbligatorie:

·         Identificatore del prodotto, include il nome apposto sull'etichetta ed eventuali altri nomi o sinonimi utilizzati per il prodotto.

·         Nome, indirizzo e numero di telefono del  produttore, importatore e altre parti responsabili e un numero telefonico di emergenza.

·         Uso raccomandato per la sostanza chimica (cosa fa effettivamente il prodotto) ed eventuali limitazioni all'uso (fornite generalmente dal fornitore).

 

Sezione 2: Identificazione dei pericoli

sds2

La seconda sezione della SDS identifica e descrive i pericoli derivanti dal prodotto ed eventuali avvertenze associate al pericolo.   Informazioni obbligatorie:

·         Classificazione del pericolo derivante dal prodotto

·         Parola che identifica il livello di pericolo

·         Definizioni dei pericoli

·         Pittogrammi (incluso il collegamento alla pagina del pittogramma)

·         Consigli di prudenza

·         Descrizione di eventuali pericoli non classificati

·         Miscele con ingredienti con tossicità non nota: Descrizione in cui si specifica quanta parte (in percentuale) della miscela consiste di ingredienti con tossicità non nota

 

 

Sezione 3: Composizione/informazioni sugli ingredienti

sds3

La terza sezione della nuova SDS descrive gli ingredienti del prodotto, comprese le impurezze e gli stabilizzanti.  Queste informazioni comprendono anche dettagli su sostanze, miscele e sostanze chimiche considerate segreti commerciali**.   In questa sezione vi sono due insiemi di informazioni obbligatorie: una per le sostanze e una per le miscele.  Informazioni obbligatorie per le sostanze:

·         Nome chimico

·         Nomi comuni e sinonimi

·         Numero CAS (Chemical Abstract Service) ed eventuali altri identificatori univoci

·         Impurezze e stabilizzanti

Informazioni obbligatorie per le miscele:

·         Le stesse informazioni previste per le sostanze

·         Il nome chimico e la concentrazione (percentuali esatte) di tutti gli ingredienti classificati come pericolosi per la salute e

o   Sono presenti in concentrazioni superiori ai limiti di soglia o

o   Presentano rischi per la salute a livelli inferiori al limite di soglia

·         È necessario specificare la concentrazione (percentuali esatte) di ogni ingrediente.  È possibile utilizzare intervalli di concentrazione nelle situazioni seguenti:

o   Un segreto commerciale

o   Vi sono variazioni tra lotto e lotto

o   La SDS viene utilizzata per un gruppo di miscele simili

**È richiesta una dichiarazione per ogni sostanza chimica considerata segreto commerciale.  Tale dichiarazione deve includere l'identità chimica e/o la percentuale esatta della composizione segretata.

 

Sezione 4: Misure di primo soccorso

sds4

La quarta sezione della SDS contiene informazioni sulle prime cure da prestare all'individuo esposto alla sostanza chimica.  Queste istruzioni devono essere espresse in modo comprensibile per una persona non formata.  Informazioni obbligatorie:

·         Misure di primo soccorso necessarie per tutti i possibili tipi di esposizione (inalazione, contatto cutaneo, contatto con gli occhi e ingestione)

·         Descrizioni dei principali sintomi ed effetti.  Devono essere specificati eventuali sintomi acuti o ritardati

·         Indicazione dell'eventuale necessità di consultare immediatamente un medico oppure di trattamenti speciali.

 

Sezione 5: Misure antincendio

sds5

La quinta sezione si concentra sulle misure antincendio da mettere in atto per affrontare un incendio causato dal prodotto.  Informazioni obbligatorie:

·         Informazioni sui mezzi di estinzione idonei e informazioni su apparecchiature inadeguate per una situazione specifica

·         Informazioni sugli eventuali pericoli connessi alla combustione della sostanza chimica, quali la produzione di fumi tossici

·         Indicazioni sui dispositivi di protezione 
o sulle precauzioni per gli addetti all'estinzione degli incendi

 

Sezione 6: Misure in caso di rilascio accidentale

sds6

La sesta sezione della nuova SDS fornisce informazioni sulla risposta adeguata in caso di fuoriuscita, dispersione o rilascio.  Devono essere incluse indicazioni relative alle procedure di contenimento e pulizia tali da minimizzare l'esposizione di persone, luoghi e/o ambiente.  In questa sezione viene inoltre illustrate le azioni idonee per il contenimento di fuoriuscite di grandi o piccole dimensioni, nel caso in cui il volume sia rilevante per i potenziali pericoli.

·         Precauzioni personali e dispositivi di protezione per impedire contaminazioni con cute, occhi, abiti e così via

·         Procedure di emergenza quali la necessità di evacuare l’area di pericolo, di consultare un esperto o di indossare indumenti di protezione.

·         Metodi e materiali per il contenimento della fuoriuscita o della dispersione

·         Procedure di bonifica, incluse informazioni sulle tecniche di decontaminazione e di pulizia ed eventuali dispositivi/materiali che potrebbero essere necessari

 

Sezione 7: Manipolazione e immagazzinamento

sds7

La sezione sette fornisce raccomandazioni sulle pratiche di manipolazione e immagazzinamento sicure dei prodotti oggetto della SDS.  Informazioni obbligatorie:

·         Precauzioni per la manipolazione sicura, incluse modalità per minimizzare il rischio di fuoriuscite e di comportamento degli individui in prossimità del prodotto (divieto di fumo e così via)

·         Considerazioni per l’immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità e requisiti specifici per l'immagazzinamento.

 

Sezione 8: Controllo dell’esposizione/protezione individuale

sds8

L'ottava sezione della scheda dati di sicurezza presenta i valori limite di esposizione, i controlli tecnici e le misure di protezione da applicare per ridurre al minimo l'esposizione per gli operatori.  Informazioni obbligatorie:

·         OSHA Permissible Exposure Limits (PELs), American Conference of Governmental Industrial Hygienists (ACGIH) Threshold Limit Values (TLVs) ed eventuali altri limiti di esposizione, compreso quelli indicati dal produttore, dall'importatore o dal datore di lavoro.

·         Controlli tecnici idonei

·         Indicazioni sulle misure di protezione individuale per prevenire malattie o lesioni

·         Eventuali requisiti speciali per dispositivi di protezione individuale, indumenti di protezione o respiratori

 

Sezione 9: Proprietà fisiche e chimiche

sds9

La sezione nove identifica le proprietà fisiche e chimiche del prodotto.  Informazioni obbligatorie (quando pertinenti per il prodotto):

·          Aspetto

·         Limiti superiore/inferiore di infiammabilità o di esplosività

·         Odore

·         Pressione del vapore

·         Soglia olfattiva

·         Densità di vapore

·         pH

·         Densità relativa

·         Punto di fusione/punto di congelamento

·         La solubilità/le solubilità

·         Punto di ebollizione iniziale e intervallo di ebollizione

·         Punto di infiammabilità

·         Tasso di evaporazione

·         Infiammabilità (solidi, gas)

·         Coefficiente di ripartizione: n-ottanolo/acqua

·         Temperatura di autoaccensione

·         Temperatura di decomposizione

·         Viscosità

Se tutti gli elementi elencati in precedenza non sono pertinenti, è necessario inserire una nota per informare il lettore.  Il produttore può aggiungere anche altre proprietà nel caso ritenga siano pertinenti.

 

Sezione 10: Stabilità e reattività

sds10

La decima sezione del nuovo formato descrive la stabilità chimica e le possibili reazioni pericolose della sostanza chimica.  Questa sezione è suddivisa in tre parti: reattività, stabilità chimica e altro. 

Informazioni obbligatorie per la reattività:

·         Descrizione dei dati di test specifici per la sostanza chimica.  Questi dati possono essere relativi alla classe o alla famiglia se rappresentano in modo adeguato i pericoli

Informazioni obbligatorie per la stabilità chimica:

·         Deve essere indicato se la sostanza chimica è stabile o instabile in condizioni normali durante l'immagazzinamento e la manipolazione.

·         Informazioni su eventuali stabilizzanti impiegabili per mantenere la stabilità del prodotto

·         Informazioni su eventuali problemi per la sicurezza che potrebbero verificarsi in caso di un mutamento dell’aspetto fisico del prodotto

Informazioni obbligatorie per "altro":

·         Informazioni sulla possibilità di reazioni pericolose, compresa la possibilità che la sostanza chimica reagisca o si polimerizzi.  Descrizione delle condizioni nelle quali tali reazioni pericolose possono avere luogo

·         Elenco delle condizioni da evitare

·         Elenco di tutte le classi di materiali incompatibili con cui la sostanza chimica potrebbe reagire e produrre una situazione di pericolo

·         Elenco di eventuali prodotti di decomposizione pericolosi noti risultanti dall'uso, dall'immagazzinamento o dal riscaldamento del prodotto.

 

Sezione 11: Informazioni tossicologiche

sds11

L'undicesima sezione della SDS fornisce informazioni sugli effetti tossicologici per la salute del prodotto o indica che tali dati non sono disponibili.  Informazioni obbligatorie:

·         Informazioni sulle vie probabili di esposizione o indicazione che tali informazioni non sono note

·         Descrizioni di tutti gli effetti immediati, ritardati o cronici derivanti da esposizioni a breve e a lungo termine

·         Dati numerici della tossicità (quantità di prodotto stimata per cui si prevede la morte del 50% degli animali sottoposti a test con una singola dose)

·         Descrizione dei sintomi, comprese informazioni sui sintomi rilevabili in seguito all'esposizione, dal livello di esposizione più basso fino a quello più grave

·         Indicazione del fatto che il prodotto sia presente nel Report on Carcinogens (ultima edizione) del National Toxicology Program (NTP) o sia stato segnalato come potenziale cancerogeno nelle monografie dell'International Agency for Research on Cancer (IARC) o dall'OSHA

 

Sezione 12: Informazioni ecologiche (non obbligatorie)

sds12

La dodicesima sezione della SDS fornisce dettagli per valutare l'impatto ambientale del prodotto se viene rilasciato nell'ambiente.  Informazioni obbligatorie:

·         Dati di test di tossicità eseguiti su organismi acquatici e/o terrestri.

·         Informazioni relative alla possibilità che la sostanza chimica persista o si degradi nell'ambiente tramite biodegradazione o altri processi

·         Risultati di test per la valutazione del potenziale di bioaccumulo, con riferimento al coefficiente di ripartizione ottanolo-acqua (Kow) e al fattore di bioconcentrazione (BCF), quando disponibili

·         Informazioni relative alla possibilità per il prodotto di muoversi dal suolo verso le acque sotterranee (risultati di studi sull'assorbimento o sulla lisciviazione)

·         Altri effetti avversi

 

Sezione 13: Considerazioni sullo smaltimento (non obbligatorie)

sds13

La tredicesima sezione della SDS fornisce informazioni sulle corrette procedure di smaltimento, riciclaggio o trasformazione delle sostanze chimiche o dei loro contenitori e sulle pratiche per una manipolazione sicura.  Questa sezione dovrebbe inoltre rimandare il lettore alla sezione 8 della SDS per informazioni su come ridurre al minimo i rischi dell'esposizione.  Le informazioni obbligatorie possono comprendere:

·         Descrizione dei contenitori idonei per lo smaltimento

·         Indicazioni sui metodi di smaltimento appropriati

·         Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche che potrebbero ostacolare lo smaltimento

·         Sconsigliare lo smaltimento attraverso le acque reflue

·         Eventuali precauzioni specifiche per attività di messa in discarica o incenerimento

 

Sezione 14: Informazioni sul trasporto (non obbligatorie)

sds14

La quattordicesima sezione della SDS fornisce informazioni sulla classificazione per la spedizione e il trasporto di prodotti pericolosi.  Tali informazioni si riferiscono a spedizione su strada, ferrovia, vie navigabili e per via aerea.  Le informazioni obbligatorie possono comprendere:

·         Numero ONU

·         Nome di spedizione dell'ONU

·         Classi di pericolo connesso al trasporto

·         Numero del gruppo d'imballaggio, assegnato in base al grado di pericolo (se applicabile)

·         Pericoli per l’ambiente

·         Informazioni sul trasporto di rinfuse

·         Eventuali precauzioni speciali di cui un dipendente deve essere consapevole o a cui deve conformarsi in merito al trasporto (all'interno o al di fuori della propria sede di lavoro)

 

Sezione 15: Informazioni sulla regolamentazione (non obbligatorie)

sds15

La quindicesima sezione della SDS spiega norme e legislazione su sicurezza, salute e ambiente specifiche per il prodotto, ma non descritte in altre sezioni della scheda.  Le informazioni obbligatorie possono comprendere:

·         Eventuali informazioni nazionali e/o normative sulla sostanza chimica o sulle miscele.  Tali informazioni possono comprendere norme OSHA, del Dipartimento dei trasporti, dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente o della Commissione per la sicurezza dei prodotti consumer.

 

Sezione 16: Altre informazioni

sds16

La sezione finale della SDS fornisce la data in cui la SDS è stata redatta o quella dell'ultima revisione.  Può inoltre riportare informazioni su dove sono state apportate modifiche.  Eventuali altre informazioni utili verranno incluse in questa sezione.

Per ulteriori informazioni sul formato della SDS, visitare:

 
Lingue: